Come richiedere il prestito Inpdap per matrimonio?

L’Inps eroga prestiti agevolati per il matrimonio dei propri figli. Di seguito vediamo nel dettaglio some ottenerlo e i documenti che vanno presentati.

Prestito Inpdap per matrimonio: di cosa si tratta?

Si tratta di un apposito finanziamento previsto dall’ente nazionale per la previdenza INPS.

In particolare, grazie a questo prestito che viene garantito dall’istituto, è possibile spendere una cifra di denaro in abbigliamento, acconciature e tutto ciò che possa servire per la cerimonia. Questo tipo di formula è prevista esclusivamente per i dipendenti e gli ex dipendenti, oltre ai pensionati, della Pubblica Amministrazione.

Il tutto per garantire un budget per poter realizzare un matrimonio in base alle esigenze di ognuno. Si tratta di una soluzione vantaggiosa anche perché non è richiesto di specificare la destinazione dei soldi erogati.

Quali spese copre il prestito Inpdap per matrimonio

Non ci sono limitazioni per quanto riguarda l’utilizzo del denaro prestato dall’Inpdap per il matrimonio.

Ecco perché questo denaro può essere utilizzato per svariate finalità che vanno dalla cerimonia religiosa al ricevimento, fino ad arrivare agli abiti e alla ristrutturazione di casa. Non viene esclusa anche la possibilità di prenotare il viaggio di nozze grazie ai soldi prestati dall’ente per la previdenza.

Un prestito conveniente e che da tempo viene ampiamente scelto da dipendenti ed ex dipendenti dell’Inpdap, che hanno così diritto a questa vantaggiosa opportunità.

Come ottenere il prestito per il matrimonio

Coloro che sono interessati alla possibilità di ricevere del denaro dall’ente per la previdenza, potranno collegarsi direttamente al portale ufficiale online dell’INPS, ex Inpdap.

Confronta gratis i migliori prestiti INPDAP

Più preventivi richiedi e maggiori possibilità avari di trovare il miglior prestito per dipendenti pubblici e pensionati. L'esito della fattibilità ti verrà dato in pochi minuti e l'erogazione in 48 ore, se confermerai il tutto.

Provare non costa nulla, infatti il preventivo per il calcolo della rata del finanziamento è GRATUITO e SENZA IMPEGNO.

>>> Preventivo gratis e senza impegno: calcola la tua rata <<<

Andando nell’area apposita dedicata ai cedolini, si potrà procedere con un primo preventivo inerente al prestito. Grazie a questa possibilità si potrà avere anche un primo calcolo orientativo in base alle rate relative al finanziamento.

Ovviamente è bene tener presente che l’ex Inpdap ha posto come limite massimo di denaro erogabile la cifra di 15.493,73 euro.

Il rimborso del prestito

Per quanto concerne il rimborso della cifra di denaro che viene erogata, l’ente provvede in due diversi modi in base alle situazioni.

  • Per i dipendenti si procede con la trattenuta della quinta parte della busta paga
  • Per quel che riguarda coloro che sono in pensione, viene trattenuta la quinta parte del cedolino della pensione.

Dunque un sistema molto comodo e che è indicato per tutte le esigenze: non c’è bisogno di effettuare bonifici o versamenti. L’ente provvede al rimborso in maniera automatica, così come il denaro prestato viene direttamente caricato sul conto corrente dove si riceve stipendio o pensione.

I documenti necessari per avere il prestito

Ovviamente l’ente ha provvede ad una analisi degli averi detenuti per valutare la restituzione della cifra. Bisogna procedere con la presentazione di un’apposita documentazione direttamente allo sportello INPS più vicino.

La documentazione prevede la presentazione dell’ultima busta paga o dell’ultima pensione. Oltre a queste anche:

  • il modulo con la richiesta del finanziamento all’ente
  • un documento identificativo valido
  • e soprattutto un certificato che possa attestare il matrimonio.

L’ente provvede alla valutazione della documentazione e in poco tempo darà un responso che precederà l’erogazione del denaro.

 

INPS ex INPDAP: Ultime News

Cessione del Quinto della Pensione Cos'è la Cessione del Quinto della Pensione? La cessione del quinto della pensione è un prestito che il pensionato può ottenere da un istituto di credito e rimborsare attraverso un addebito automatico sulla propria pensione. Come suggerisce il nome, il prelievo non può superare un quinto dell...
Mutui Inpdap per la prima casa, come ottenerlo nel... Nel 2015, così come per gli anni passati, l’Inpdap, confluito nell’Inps da gennaio 2012, provvederà ad erogare mutui Inpdap per i dipendenti pubblici, ex dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione, intenzionati ad acquistare la prima casa. Questo tipo di finanziamento è rivolto a coloro ...
Gestione Dipendenti Pubblici: i servizi ex Inpdap Gestione Dipendenti Pubblici Inps L’introduzione del cosiddetto Decreto Salva Italia, risalente alla fine 2011, l’Inpdap è stato soppresso e le sue funzioni sono state trasferite nell’Inps. Un processo che ha condotto a molti cambiamenti dal punto di vista organizzativo, soprattutto per quanto atti...
Simulazione prestito personale: tutti i passaggi p... La simulazione prestito personale è un’operazione importante in quanto permette di avere le idee chiare sull’impegno economico di un finanziamento non finalizzato. In questi casi le cifre richieste sono spesso contenute, ma è comunque bene informarsi prima per vedere se il prestito è sostenibile. I...